Melbourne, all’eoliano Marcello D’Amico il premio per la promozione della Multicultura

00-Marcello-DAmico-e-Linda-Dessau-.jpg

di Ilaria Quattrone

A Marcello D’Amico, @marcello-damico, poliedrico artista di origini “eoliane”, è stato assegnato a Melbourne il premio per la promozione della “Multicultura”. La cerimonia di consegna dell’ambito trofeo, si è svolta nel salone del governatorato dello Stato di Victoria. Abbiamo approfittato di questo importante riconoscimento conferito a D’Amico, dal Governatore Linda Dessau, per intervistarlo e per condividere con lui la gioia di questo momento. Grande soddisfazione, per un premio meritato e inaspettato? Si inaspettato, questo premio per la promozione del Multiculturalismo (nel Victoria dove ci sono circa 200 etnie), mi rende soddisfatto e orgoglioso anche perché ho condiviso la mia gioia con mia moglie Pauline, mio figlio figlio John-Paul e tanti altri amici. Nella sua città lei è un punto di riferimento? Si a Melbourne la comunità siciliana, ed in particolare quella eoliana è forse la più numerosa, qui ci sono oltre 20 associazioni culturali. Io sono membro da 52 anni della più “vecchia” associazione italiana di Melbourne, la Società Isole Eolie, fondata il 2 agosto del 1925. Ho fatto parte del GDA e sono stato segretario, inoltre abbiamo una magnifica sede vicino al centro della città. Sono Coordinatore Generale Onorario da oltre 30 anni, della Federazione dei Circoli dei Pensionati Italiani del Victoria, con circa 1.500 soci. Infine sono stato per 20 anni membro del consiglio d’amministrazione della Multicultural Arts Victoria. Ora faccio parte del Circolo Emerito della medesima organizzazione.

Quale è il suo rapporto con il giornalismo? Ho collaborato negli anni per il Il Globo e La Fiamma, giornali italiani di Melbourne e di Sydney, per il Soccer Action, testata calcistica in lingua inglese, con il giornale Italo-Canadese di Ottawa Il Postino dal 2004 e in Italia adesso collaboro con il Notiziario delle Isole Eolie e sono anche uno dei fondatori della testata. Oltre ai giornali ci sono altre realtà mediatiche in lingua italiana nella sua città? A Melbourne ci sono due emittenti radio con programmi italiani, una privata ed una governativa. Rete Italia è privata e trasmette solo alcune ore in italiano, prima lo faceva 24 ore al giorno e fa parte del gruppo editoriale Il Globo e La Fiamma. La Special Broadcasting Commission trasmette in italiano solo un’ora al giorno. Quando ritornerà in Italia alle sue Isole Eolie? Sono alcuni anni che non vengo, spero di poterlo fare quest’anno. Gli amici mi aspettano e vogliono vedere i miei lavori. Se sarà possibile allestirò almeno quattro mostre d’arte personali. Lo sport è stato importante nella sua vita? Lo sport fa parte della mia vita, sono stato atleta, direttore tecnico, tecnico, amministratore, allenatore e giornalista naturalmente. Nella mia vita ho avuto il piacere di conoscere grandi atleti stranieri e italiani, come Pelé, Rossi, Tardelli, Gentile, Baresi, Maldini, Rivera, ma anche assi come la Vezzali, Fioravanti, Agostini, Benvenuti, Maspes, Gaiardoni e il mitico schermitore Edoardo Mangiarotti. Questi sono solo alcuni nomi e a Messina ho conosciuto anche Vincenzo Nibali.

Nella sua lunga carriera da artista ha anche recitato? Ho recitato per quasi 60 anni e lo faccio ancora. Ho esperienza teatrale come attore, regista, produttore, direttore di scena, scenografo. Ho pure esperienza di TV e Film. Lei è stato un imprenditore ed è uno poliedrico artista? Sì, sono stato un imprenditore ma ho smesso ancora giovane, per dedicarmi all’arte. Ho cominciato a lavorare con le modelle dal vivo a di 16 anni, nel lontanissimo 1956 e lo stesso anno ho vinto la mia prima borsa di studio all’Accademia delle Belle Arti Australiana di Melbourne. Successivamente ho vinto altri premi e borse di studio per la pittura, disegno e acquarello. Ho allestito mostre di gruppo e personali, circa un centinaio in tutto, in Australia, Italia, Stati Uniti e Canada. Lei ha insegnato anche all’estero? In Canada ho insegnato “nudo” alla Scuola d’Arte di Ottawa, nel 2002, nel 2004 e nel 2005. Nel 2003 è stata istituita la borsa di studio Marcello D’Amico per le eccellenze nel disegno. Con la musica ha avuto un felice rapporto? Sì, suono strumenti musicali da quando avevo 8 anni, ancora mi esibisco in chiesa con mia moglie Pauline. Anni fa abbiamo fondato il Gruppo Musicale Aeolian Players, lei è di quarta generazione eoliana. Il nonno materno emigrò da Malfa nel 1895!! Quante sono le onorificenze ricevute nella sua lunga carriera? Fra le onorificenze ricevute, e mi riferisco solamente a quelle di questo millennio, ricordo la Medaglia del Centenario della Fondazione del Commowealth d’Australia 2000, conferitami dalla Regina d’Inghilterra; nel 2009 dalla Commissione Multiculturale del Victoria, Onorificenza per Eccellenza nel Servizio al Multiculturalismo del Victoria – Arte; nel 2015 il Premio dallo Stato del Victoria per Eccellenza nei Servizi negli Affari Multiculturali; nel 2016 il Premio del 10 maggio dalla Città di Banyule. A dicembre del 2017 sono stato nominato, Cittadino Onorario della Città di Banyule”.(strettoweb.com)

Lascia un commento